Bacco bambino circondato da putti, Carlo Cignani (Bologna 1628 – Forlì 1719)

Venduto
Antichità CASTELBARCO - Riva del Garda
Viale Giovanni Prati, 39
Riva del Garda, Trento
Italy
+39 0464 973235 Comunica al venditore che chiami da Nowarc
Venditore associato
Nowarc · Partner Federazione Italiana Mercanti d'Arte

Epoca:

Seicento

Dimensioni:

57 x 46, con cornice 70 x 59

Ubicazione:

Viale Giovanni Prati, 39
Riva del Garda, (Trento) Italy

Descrizione

Bottega di Carlo Cignani (Bologna 1628 – Forlì 1719)
Bacco bambino circondato da putti

Altri dettagli descrittivi e fotografici della presente opera sono visionabili direttamente su: www.antichitacastelbarco.it

olio su tela
(cm.) 57 x 46, con cornice 70 x 59
Provenienza: Collezione privata

Dipinto molto interessante, dal soggetto mitologico, che si accosta in maniera evidente agli esempi pittorici di Carlo Cignani (Bologna, 1628 – Forlì, 1719), sia per i caratteri compositivi e stilistici, che nella rappresentazione del soggetto. Il Cignani, pittore classicista allievo dell’Albani ma con un forte spirito innovatore, ebbe una bottega floridissima. E’ verosimile quindi che il dipinto, che mostra numerose affinità con altre realizzazioni del pittore bolognese, sia stato eseguito nella sua bottega e sotto la sua supervisione.
Da notare ad esempio la particolare resa di contrasti tra luci e ombre che mettono in risalto gli incarnati, catatteristici del maestro.
Il dipinto va datato verso la fine del XVII secolo, quando Cignani trasferì definitivamente la sua bottega a Forlì per far fronte all’impegno della decorazione della cupola del duomo.
La composizione si articola intorno alla figura del piccolo Bacco, incoronato da pampini e grappoli d’uva, circondato da genietti che ne allietano il riposo.
Alle sue spalle uno di loro gli porge un grappolo d’uva, un altro, con fattezze femminili (presumibilmente Erigone, sua futura compagna), spreme con le mani gli acini, il cui succo viene sorseggiato da un terzo. Nell’angolo in altro a sinistra una coppia di bacchini si accinge a colmare un tino per poi pigiarne l’uva.
Questa particolare raffigurazione di putti ricorre spesso nelle opere del pittore bolognese, come ad esempio nei dipinti raffiguranti ‘Bacco ed Erigone fanciulli’, custodite ai Musei civici di Pesaro ed al Museum Schloss Wilhelmshöhe, Gemäldegalerie Alte Meister a Kassel in Germania.
STATO DI CONSERVAZIONE La tela si trova in ottimo stato di conservazione. Presenta un vecchio reintelo.
L’opera è completata da una bella cornice laccata con eegante profilo dorato, che esalta l’insieme.

L’opera, come ogni nostro oggetto, è corredata di certificato di autenticità fotografico a norma di legge.
Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l’Italia che per l’estero, attraverso vettori professionali ed assicurati. Per info http://www.antichitacastelbarco.it/it/pagina/spedizioni

Approfondimenti

Tratti Distintivi dello Stile Luigi XV nell’Arredamento

Tratti Distintivi dello Stile Luigi XV nell’Arredamento

Lo stile Luigi XV è uno stile di architettura e arti decorative apparso durante il...
Leggi tutto
Il Rococò

Il Rococò

Lo stile Rococò nacque in Francia e presto si diffuse in tutta Europa. In Inghilterra...
Leggi tutto
Venduto
Antichità CASTELBARCO - Riva del Garda
Viale Giovanni Prati, 39
Riva del Garda, Trento
Italy
+39 0464 973235 Comunica al venditore che chiami da Nowarc
Venditore associato
Nowarc · Partner Federazione Italiana Mercanti d'Arte