Cajetan Roos, Pastore con armenti

Prezzo: N.D.
Ars Antiqua srl
Via Pisacane, 55
Milano
Italy
0229529057 Comunica al venditore che chiami da Nowarc

Epoca:

(Roma, 1690 - Vienna, 1770)

Dimensioni:

Olio su tela, cm 53 x 99 ; con cornice cm 63 x 109

Ubicazione:

Via Pisacane, 55
Milano () Italy

Descrizione

Cajetan Roos detto Gaetano Rosa (Roma, 1690 – Vienna, 1770)
Pastore con armenti
Olio su tela, cm 53 x 99 ; con cornice cm 63 x 109

Il dipinto in esame può essere attribuito per comparazione stilistica a Cajetan Roos, figlio e pupillo del celebre Peter, meglio conosciuto come Rosa da Tivoli. La sua formazione avviene infatti sotto il padre che visse molti anni fra Roma e Tivoli dedicandosi alla pittura di animali domestici, paesaggi e mandriani.
La pittura di Cajetan, che riprende il modo e lo stile del padre, si dedica ai medesimi soggetti. Gli animali sono generalmente dipinti in primo piano e dominano la scena, mentre più lontano, sullo sfondo, si definisce il paesaggio. La pittura del Roos è materica, densa, capace di rendere con particolare abilità i manti, e fantasiosa nel descrivere le pose.
In questa tela troviamo la raffigurazione di un pastore, colto in un attimo di riposo fra i suoi animali. La figura appare seduta, con le mani giunte e la testa appoggiata, con la veste caratteristica, la bisaccia, il cappello, il bastone e la giacca di lana. Attorno a lui vi sono due pecore, due cavalli e il cane. Si vuole sottolineare l’abilità del pittore nella definizione delle differenti pose: una pecora sembra avvicinarsi al pastore mentre l’altra guarda oltre la tela, allargando l’orizzonte dell’osservatore, un cavallo è intento a brucare l’erba mentre l’altro ruota lo sguardo ed il cane adagiato a terra, sembra colto anche lui in un attimo di riposo ma lo sguardo si rivolge attento in direzione opposta. Risulta interessante la resa degli animali, la ricercatezza anatomica, la definizione dei dettagli e la resa del manto, di grande effetto naturalistico. Abilità evidente in particolare nella bellissima criniera del cavallo bianco o nella giacca del pastore, resa a singoli colpi di pennellata, veloci, eppure sempre definiti, che sembra fondersi col manto della pecora che va a sfiorare. La scelta tonale, orientata a cromie dense, con una luce particolare, reale e lirica allo stesso tempo, dona all’opera un’atmosfera arcadica, di sottile fantasia che allo stesso tempo si fonde e supera la realtà della rappresentazione.

Approfondimenti

Il Rococò

Il Rococò

Lo stile Rococò nacque in Francia e presto si diffuse in tutta Europa. In Inghilterra...
Leggi tutto
Lo stile Luigi XVI

Lo stile Luigi XVI

Nonostante lo stile Luigi XVI prenda il nome dal Re di Francia, chi realmente indirizzava...
Leggi tutto
Lo stile di transizione

Lo stile di transizione

Uno stile lezioso e poco consistente come il Rococò non poteva avere vita lunga. Infatti,...
Leggi tutto
Prezzo: N.D.
Ars Antiqua srl
Via Pisacane, 55
Milano
Italy
0229529057 Comunica al venditore che chiami da Nowarc