Prezzo: N.D.
Ars Antiqua Srl
Via C.Pisacane, 55
Milano (IT)
0229529057
Comunica al venditore che chiami da Nowarc

Venditore associato

Epoca

Cerchia di Frans Pourbus (1569 – 1622)

Misure

Olio su tela, cm 66 x 52

Descrizione

Cerchia di Frans Pourbus (Anversa, 1569 – Parigi, 1622)
Ritratto di Maria de’Medici
Olio su tela, cm 66 x 52

La nobildonna effigiata si identifica con probabilità con la duchessa Maria de’ Medici e si può avvicinare alla cerchia di pittori operanti attorno a Frans Pourbus il Giovane. Discende da una famiglia di artisti fiamminghi di cui è l’ultimo rappresentante, entrando nella gilda locale dei pittori nel 1591. A partire dal 1596 lavora per l’arciduca Alberto e l’infanta Isabella. Nel 1599 diviene pittore di corte di Vincenzo Gonzaga e soggiorna a Mantova sino al 1609, dove divenen pittore di corte insieme a Rubens, compiendo poi viaggi a Innsbruck, Napoli, Torino e Parigi. Dopo il 1609 si stabilisce a Parigi, dove muore nel 1622, chiamato da Maria de’ Medici, sorella della duchessa di Mantova Eleonora de’ Medici: per i re Enrico IV e Luigi XIII eseguì numerosi ritratti ufficiali, molti dei quali oggi conservati al Museo del Louvre. Specialista in ritratti di etichetta alla maniera internazionale, pregiati per l’esecuzione raffinata e gli eccezionali sfoggi nei costumi, Frans Pourbus appare impegnato negli anni mantovani in questa specifica attività: si menzionano il “Ritratto di Vincenzo I” del Kunsthistorisches Museum di Vienna, “Margherita Gonzaga” (1605) degli Uffizi, “Eleonora de’ Medici”, “Eleonora Gonzaga” e “Margherita Gonzaga” della Galleria Pitti e “Margherita di Savoia” (1606) della chiesa romana di San Carlo al Corso.
L’effigiata come accennato si identifica con Maria de’ Medici (Firenze, 1575 – Colonia, 1642) è stata regina consorte di Francia e Navarra come seconda moglie di Enrico IV di Francia dal 1600 al 1610. Suo zio Ferdinando I de’ Medici salì sul trono di Toscana e sposò Cristina di Lorena, nipote della regina di Francia Caterina de’ Medici. Nonostante il desiderio di favorire la propria dinastia, si preoccupò di fornire ai nipoti rimasti orfani una buona educazione. Maria apprezzava particolarmente le discipline scientifiche e soprattutto le scienze naturali, e si appassionerà ai gioielli e alle pietre preziose. Vicina agli artisti della sua Firenze natale, fu formata nel disegno, disciplina in cui si mostrò molto dotata, da Jacopo Ligozzi; era anche appassionata di musica (canto e pratica della chitarra e del liuto) e apprezzava il teatro e la danza. Il matrimonio di Enrico IV con Maria de’ Medici era la soluzione per il re di Francia alle preoccupazioni dinastiche e finanziarie. Maria de’ Medici era la nipote dell’imperatore romano germanico Ferdinando I, che le permise di assicurare una discendenza reale in Francia. Quando Enrico IV morì assassinato da François Ravaillac il 14 maggio 1610, Maria de’ Medici assunse la reggenza a nome di suo figlio, Luigi XIII, di soli otto anni e troppo giovane per regnare. Maria dopo alcuni screzi di governo viene esiliata e costretta ad abbandonare Blois e tenta di riottenere la corona, appoggiando l’ascesa di Richelieu, da subito si mostra decisamente ostile alla politica estera progettata e attuata da Maria, decidendo di ribaltare tutte le alleanze strette con la Spagna fino a quel momento. L’ex regina, di conseguenza, tenta di opporsi in qualsiasi maniera alla politica attuata da Richelieu, organizzando anche un complotto ai suoi danni. Richelieu viene confermato nel suo ruolo di primo ministro: i suoi nemici vengono definitivamente rovesciati, e anche Maria de’ Medici è costretta all’esilio. Dopo avere vissuto per alcuni anni nella casa del pittore Rubens, Maria de’ Medici morirà in circostanze poco chiare il 3 luglio del 1642 a Colonia.

Approfondimenti
Prezzo: N.D.
Ars Antiqua Srl
Via C.Pisacane, 55
Milano (IT)
0229529057
Comunica al venditore che chiami da Nowarc

Venditore associato