Venduto
Romano Ischia Antichità
Viale Giovanni Prati 39
Riva del Garda (IT)
3487225327
Comunica al venditore che chiami da Nowarc

Venditore associato

Epoca

Fine del '600

Misure

Tela 58 x 40 - cornice 70 x 53

Descrizione

L’Angelo di Dio appare al profeta Elia Olio su tela Fine del ‘600 Cornice scolpita e dorata; Ottime condizioni

Questa splendida tela di fine ‘600 raffigura l’episodio Biblico che vede l’apparizione dell’Angelo di Dio al profeta Elia nel Deserto. Elia è stanco, affamato ed assetato e mentre invoca la morte riceve la visita del Messaggero Divino che gli porta acqua e cibo.
La scena è particolarmente affascinante: il vecchio profeta seduto esausto con la schiena appoggiata ad un’albero di ginepro e la mano sinistra a sorreggere il capo, osserva un magnifico angelo con le ali spiegate indicare la strada verso Dio. In alto a sinistra tra i rami del ginepro il Corvo porta una focaccia calda. La cromia del dipinto è davvero notevole con l’angelo sospeso che irradia luce. Sullo sfondo un paesaggio luminoso con il tramonto sul monte Oreb.

L’opera è in eccellenti condizioni già pulita e rintelata completa di una bella cornice antica scolpita e dorata La Sacra Bibbia – Parola di Di0 1Re 19 1 Acab riferì a Gezabele ciò che Elia aveva fatto e che aveva ucciso di spada tutti i profeti. 2 Gezabele inviò un messaggero a Elia per dirgli: «Gli dèi mi facciano questo e anche di peggio, se domani a quest’ora non avrò reso te come uno di quelli». 3 Elia, impaurito, si alzò e se ne andò per salvarsi. Giunse a Bersabea di Giuda. Là fece sostare il suo ragazzo. 4 Egli si inoltrò nel deserto una giornata di cammino e andò a sedersi sotto un ginepro. Desideroso di morire, disse: «Ora basta, Signore! Prendi la mia vita, perché io non sono migliore dei miei padri». 5 Si coricò e si addormentò sotto il ginepro. Allora, ecco un angelo lo toccò e gli disse: «Alzati e mangia!». 6 Egli guardò e vide vicino alla sua testa una focaccia cotta su pietre roventi e un orcio d’acqua. Mangiò e bevve, quindi tornò a coricarsi. 7 Venne di nuovo l’angelo del Signore, lo toccò e gli disse: «Su mangia, perché è troppo lungo per te il cammino». 8 Si alzò, mangiò e bevve. Con la forza datagli da quel cibo, camminò per quaranta giorni e quaranta notti fino al monte di Dio, l’Oreb.

Approfondimenti
Venduto
Romano Ischia Antichità
Viale Giovanni Prati 39
Riva del Garda (IT)
3487225327
Comunica al venditore che chiami da Nowarc

Venditore associato

persone

hanno visualizzato questo articolo negli ultimi 30 minuti.